Omaggio a Dante – I posto sez. a3 “Nicola Rizzi” al XV Premio Letterario Internazionale “Voci – Città di Roma”

Ho appena appreso, con grande piacere misto a stupore, che è stato assegnato il primo posto, nella sezione a3 – Metrica “Nicola Rizzi”, al XV Premio Letterario Internazionale “Voci – Città di Roma”, alla mia lirica Omaggio a Dante. Il premio consiste in un contratto d’edizione per i tipi della Fuorilinea di Roma. Nell’anno in cui si celebra il settimo centenario della dipartita del sommo poeta, non posso negarlo, la notizia mi riempie di soddisfazione. Ringrazio la prestigiosa giuria per questo riconoscimento.

Di seguito riporto la lirica cui, come da verbale, è stato assegnato il premio.

Omaggio a Dante

I.

Addio, Firenze, antica nostalgia

sulla soglia del cuore! Tutto è vano,

se si smarrisce la diritta via.

L’ansia del giorno, un palpito lontano

d’eternità. L’azzurro trascolora

il nostro incerto incespicare umano.

Non sarò più chi fui. Vivo nell’ora

che volge al desiderio, nell’esilio

di questo viaggio per tornare ancora

a casa sulla scorta di Virgilio.

II.

Voragine del nulla, l’occhio fissa

il delirio dell’uomo e il suo destino

dentro l’oscurità che s’inabissa.

Adesso mi ritrovo pellegrino

fuori e dentro di me, dove discerno

ciò che non vede l’animo meschino.

Immensa solitudine, l’inferno

mi si scopre davanti, squarcia il velo

del suo tetro trascorrere in eterno.

Così si perde chi ha perduto il cielo.

III.

Sussulto d’infinito all’orizzonte

rivedere le stelle e in mezzo al mare

l’azzurra solitudine del monte!

In questa libertà tutto m’appare

veramente com’è, l’ardua salita,

la stanchezza, la gioia nell’andare.

In me sento rinascere la vita

tra gli amici di un’epoca felice,

si risveglia in me l’anima assopita

a scorgere il sorriso di Beatrice.

IV.

Corre acque inaccessibili il mio legno

per lo gran mar dell’essere in cui io

rendo reale il sogno del mio ingegno.

Tra le potenze angeliche m’avvio

a contemplare le sostanze sante

e il mistero ineffabile di Dio.

Maria prega per me, piccolo Dante,

perché io pregusti quelle cose belle,

mentre con moto sempre a sé costante

l’amore muove il sole e le altre stelle.

Di seguito riporto il giudizio per cui mi è stato assegnato il primo posto e ringrazio Lidia Guerrieri:

Eccezionale padronanza della metrica e un contenuto eccellente in questo lavoro di Federico Cinti:
quattro “capitoli” ciascuno di tre terzine dantesche più un verso di chiusura in rima alternata col
penultimo della terzina di sopra. Basterebbe solo questo a dimostrarci le non comuni capacità di
questo poeta che ha saputo coniugare cultura, destrezza e umanità. Quattro parti per ripercorrere
il viaggio del Vate: dall’incontro con Virgilio nella selva oscura, all’Inferno, “voragine del nulla,
delirio dell’uomo”, all’azzurra solitudine del monte del Purgatorio con la gioia dell’andare, fino
allo splendore del Paradiso e al “mistero ineffabile di Dio”. Novello, “piccolo Dante”, Cinti compie
in questa poesia un viaggio più breve ma identico a quello del Poeta ricavandone la medesima
speranza di salvezza. Noterei come i versi isolati, a conclusione di ogni parte, puntualizzino gli
elementi essenziali dell’opera dantesca: Virgilio-il cielo-Beatrice e, in conclusione il verso che
chiude questa “piccola Commedia” riecheggiando quello conclusivo dell’opera dantesca. Omaggio
di grande bellezza all’eccelso fra i poeti da parte di Federico Cinti, esperto nella metrica italiana e
barbara e poeta raffinatissimo.
Lidia Guerrieri

© Federico Cinti

Tutti i diritti riservati

9 commenti

  1. Yleniaely ha detto:

    Congratulazioni!!! 😊🌹

    Piace a 1 persona

    1. Federico Cinti ha detto:

      Sempre troppo buona, carissima! Grazie infinite e un abbraccio!

      Piace a 1 persona

      1. Yleniaely ha detto:

        Un grande abbraccio pieno d’affetto anche a te! 🥰🤗🌹

        Piace a 1 persona

    1. Federico Cinti ha detto:

      Grazie davvero di cuore, carissimo Allegro!

      "Mi piace"

  2. silvia ha detto:

    Complimenti! Buon fine settimana.

    Piace a 1 persona

    1. Federico Cinti ha detto:

      Ti ringrazio veramente di cuore, carissima Silvia!

      "Mi piace"

    1. Federico Cinti ha detto:

      Ti ringrazio veramente di cuore delle tue parole! Nell’anno dedicato al settimo centenario dantesco mi ha fatto particolarmente gioire questo prestigioso riconoscimento…

      Piace a 1 persona

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...