Nel cuore del poeta

 

Frulla l’idea. Nel cuore del poeta

ride il genio. L’immagine scintilla

alchemica del sogno. Un po’ di creta

nelle mani, nell’occhio la favilla

 

celeste di Prometeo: a stilla a stilla

ecco a un tratto l’essenza più segreta

spira di vita nella sua pupilla

chiara. L’anima ancora si fa lieta.

 

Antica vanità, la fantasia

blandisce il tempo. Nell’eterna urgenza

assorto sembra il volto nel miraggio.

 

La via procede, ricomincia il viaggio

di chi vede e non sa. L’indifferenza

impedisce alla vista ogni poesia.

 

 

ogni tanto penso di non essere io a scrivere. Altri già l’hanno detto, certo, e molto meglio di me; eppure, mi stupisco ancora di come un pensiero, un mio pensiero, possa diventare poesia. chissà, forse «possa» è troppo pretenzioso e sarebbe meglio sostituirlo con «ardisca». Non è il singolo a essere poeta, questo è ovvio, bensì i suoi lettori a riconoscerlo tale, anche se oggi pare piuttosto il contrario. A ogni modo, «frulla a un tratto l’idea» (G. Pascoli, Il cacciatore, 1) e la si deve cogliere, cui fa eco «il frullo che tu senti non è un volo, / ma il commuoversi dell’eterno grembo» (E. Montale, In limine, 5-6).

Ecco, avevo chiesto ai miei studenti di scrivere un sonetto. Pretesa troppo alta? Forse. Ma chi decide del limite altrui? Ci si deve pure inoltrare oltre la soglia, «vaghi già di cercar dentro e dintorno / la divina foresta spessa e viva» (Purg. XXVIII 1-2). La poesia si coglie dalla viva foresta di simboli, per parafrasare il buon Baudelaire, da quel tempio già neoplatonico che è la natura, fuori e dentro di noi. «Frulla» appunto «l’idea» «sulle soglie / del bosco» in cui non «odo / parole che dici / umane» (G. d’Annunzio, La pioggia nel pineto, 1-4), sia essa o non sia «in su’l lito di Chiassi» (Purg. XXVIII 20), come il Paradiso terrestre.

Era solo la richiesta di un sonetto, come faccio con tutti i miei studenti delle classi nuove, nulla di più. La poesia è anche mestiere, non neghiamocelo. Leggerla non basta. A me non basta, almeno, per entrare nella fucina del poeta e non solo perché egli sia «un grande artiere, / che al mestiere / fece i muscoli d’acciaio» (G. Carducci, congedo, 19-21), bensì perché è inaccettabile che tutti si dedichino alla composizione di versi senza averne coscienza e contezza. Perché fruttifichi, il campo va arato, come suggeriva l’anonimo autore dell’Indovinello veronese, per cui «se pareba boves / alba pratalia araba / et albo versorio teneba / et negro semen seminaba». In fondo, «quando / amor ci spira, notiamo, e a quel modo / ch’e’ ditta dentro andiam significando» (Purg. XXIV 52-54), ma solo se abbiamo l’umiltà di chiedere al «buon Appollo» di «farci del suo valor sì fatto vaso» (Par. I 13-14), perché veramente l’autore è un altro, è quel dio presente nella parola «entusiasmo», come sottolineava pure l’ovidiano est deus in nobis (Fasti VI 5), ripreso ancora da Berchet nella Lettera semiseria. A chi scrive l’obbligo del labor limae, usando gli strumenti dell’arte, cosicché «le nove Muse ci dimostrin l’Orse» (Par. II 9).

Anch’io ho fatto il mio compitino: ho scritto il mio sonetto sulle gioie e le pene del poeta. I miei studenti lo hanno apprezzato, quando l’ho proposto alla lettura. Ora attendo i miei piccoli poeti: attendo che anch’essi siano presi dallo stesso entusiasmo che ritrasformi l’otium in vero tempo libero da dedicare a se stessi, come Titiro confessa a Melibeo: deus nobis haec otia fecit (Virgilio, Eclogae I 6). Non resta che appassionarsi, riappropriarsi dell’ardore che investe da sempre lo studium. Io ci provo, tutto qui. Ci provo a non lasciarmi fagocitare. Il più è riuscirci.

 

 

 

© Federico Cinti

Tutti i diritti riservati

12 commenti

  1. Nemesys ha detto:

    Eh già la chiusa della poesia è più che mai vera: l’indifferenza anichilisce l’anima. Buonanotte caro Federico, m8 fa s3mpre piacere leggerti 🥀🥀🥀

    Piace a 1 persona

    1. Federico Cinti ha detto:

      Ti ringrazio davvero! Certo, non è facile comunicare a chi parla un’altra lingua. Qualcuno ritiene ozioso scrivere (e leggere di conseguenza) poesia. Il poeta, però, vola più in alto.
      In questo spazio, pur virtuale, ci s’incontra e ci si confronta e tanto basta!
      Grazie di cuore e buona notte pure a te…

      Piace a 1 persona

  2. Frida la LoKa ha detto:

    Dinanzi alle tue sagge parole, sono nessuno.
    M’inchino a te.🙏🙏🌷 buona giornata.

    Piace a 1 persona

    1. Federico Cinti ha detto:

      Ma no, Frida, che dici? Questo è uno spazio di condivisione e mi fa piacere se le mie parole ti lasciano qualche cosa, uno spunto, una riflessione, un suggerimento. La poesia è di tutti… per questo ti ringrazio di cuore!

      Piace a 1 persona

  3. Frida la LoKa ha detto:

    Ho letto attentamente, e per certi versi ( direi tanti) il messaggio che arriva condivido pienamente con te e invidio sanamente la tua conoscenza, si evince, frutto di tanto studio nell’arco degli anni, di certo, la riflessione ha fatto un click non indifferente in me.
    Chissà, se per il meglio.
    Buona notte. Scrivi più spesso, mi fa molto piacere leggerti 🙏🌷

    Piace a 1 persona

    1. Federico Cinti ha detto:

      Ti ringrazio, carissima Frida! Sì, proverò a scrivere più spesso: le tue parole sono un grande sprone per me!
      Sono molto lieto d’averti lasciato qualche cosa in termini di suggestione letteraria (e non solo).
      Che dirti di più se non grazie? e allora grazie di cuore…

      Piace a 1 persona

  4. Frida la LoKa ha detto:

    Considerando il fatto che questo, sta risultando un periodo parecchio complicato per me, la mia testa è un turbinio di sentimenti, sensazioni, pensieri, e tanto altro ancora, non mi resta che, quando consentito rubo tempo prezioso al riposo per il corpo, per la vostra buona lettura che mi appaga e rasserena lo spirito.
    Buona giornata 🙏

    Piace a 1 persona

    1. Federico Cinti ha detto:

      Se sono riuscito, in qualche modo, a regalarti un po’ di sollievo con questo post, ne sono molto lieto. Poter condividere è sempre un arricchimento.
      anche a te auguro un’ottima giornata e ancora grazie di cuore!

      Piace a 1 persona

      1. Frida la LoKa ha detto:

        Senz’altro è vi ringrazio per questo 🙏🌷stupenda giornata a te.

        Piace a 1 persona

      2. Federico Cinti ha detto:

        Ma grazie a te, carissima, e auguri di un ottimo proseguimento!

        Piace a 1 persona

      3. Frida la LoKa ha detto:

        Hai un livello superiore nel modo di scrivere, miscela di filosofia, metafisica e tanto altro!! Non è facile starti dietro sai? 🤓🤓
        Grazie mille e buona serata.🙏🌷

        "Mi piace"

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...